digital2020

Digital 2020 – Gli italiani trascorrono un quarto della loro giornata Online

Il 13 febbraio We Are Social ha presentato “Digital 2020”, il report annuale che analizza lo scenario social e digital a livello locale e globale. Secondo la ricerca sono 45 milioni le persone che accedono a Internet da mobile e 35 milioni quelle attive sui canali social.

Anche gli italiani stanno sviluppando grande attenzione per temi importanti legati alla vita online, come il controllo della propria privacy e la scelta di fonti di informazione affidabili. In generale sono quasi 50 milioni gli utenti Internet, su base giornaliera, che trascorrono online 6 ore al giorno, soprattutto nella ricerca di contenuti per l’intrattenimento, come contenuti video, cercati dal 92% della popolazione.

Si evince anche che 1 italiano su 7 possiede uno smartwatch o un dispositivo wearable, ed è in forte espansione il mondo del gaming: 4 italiani su 5 giocano, e 1 su 8 segue il live streaming di altri giocatori.

Per quanto riguarda i Social sono 35 milioni le persone attive sulle varie piattaforme, trascorrendovi in media 1 ora e 57 minuti del tempo giornaliero. La piattaforma social più attiva si conferma YouTube, seguita dalla famiglia di app di Facebook, e si stimano in media 8 account per persona.

La ricerca indica che nel nostro paese il 94% della popolazione possiede uno smartphone, utilizzato soprattutto per app di messaggistica (92%), l’intrattenimento (73%), l’ascolto di musica (52%), lo shopping (68%) e il gaming (43%).

La crescita nell’utilizzo di Internet sta trainando anche l’e-commerce: l’87% degli utenti attivi ha dichiarato di aver cercato online prodotti e servizi da comprare, mentre il 77% ha acquistato online un prodotto nell’ultimo mese.

Per saperne di più ed approfondire i dati statistici visita il sito Spot and Web

2-Festival-del-Potatore

Festival del Potatore – Seconda edizione | 29 febbraio 2020

Dopo il grande successo della prima edizione del 9 marzo 2019 in Franciacorta, sarà il Chianti Classico ad ospitare il secondo Festival del Potatore, ideato e organizzato da Simonit&Sirch.

L’appuntamento è il 29 febbraio 2020 a Castelnuovo Berardegna (SI), dove si svolgerà l’appassionante e combattuta gara di potatura che premierà i migliori potatori d’Italia. Quest’ultimi si sfideranno in gare individuali e a squadre e saranno premiati in base alla loro accuratezza e velocità.

La competizione si svolgerà nei vigneti dell’Agricola San Felice, azienda leader del territorio e partner del Festival, che da anni applica il “Metodo di potatura Simonit&Sirch” ed ospita i corsi della Scuola Italiana di Potatura della vite.

A fare da contorno alla gara, musica, bancarelle a tema e una serie di attività collaterali legate al mondo agricolo, fra cui laboratori con artigiani intenti ai loro mestieri tradizionali, dimostrazioni di lavori con trazione animale in vigna con cavalli e l’Atelier delle forbici tenuto dalla FELCO, azienda leader del settore partner a livello internazionale di Simonit&Sirch. Saranno allestite inoltre postazioni dove degustare Chianti Classico e diversi truck-food con specialità locali.

Per maggiori informazioni visita il sito del Festival del Potatore!

4ecom-2

4eCom a Milano – La crescita degli eCommerce italiani

Il 4eCom si è svolto a Milano il 23 gennaio di quest’anno, con un programma denso di conferenze, workshop e tavole rotonde. Numerosi sono stati gli interventi di vari professionisti del mondo del commercio elettronico, con l’obiettivo di creare nuove opportunità di business. Tra i vari argomenti affrontati si è parlato di tecnologie per la crescita degli eCommerce, di come monetizzare con le tracking page e delle principali novità in materia di pagamenti a rate.

Per quanto riguarda i workshop, nel pomeriggio si sono approfonditi alcuni aspetti legati alle strategie SEO, alla Marketing Automation e alla Costumer Journey.
Era inoltre presente un’area espositiva dove poter esplorare i servizi e le tecnologie dedicate al mondo dell’eCommerce. Tra i partecipanti: Transactionale, network di Cross Advertising; Qaplà, piattaforma online che semplifica la connessione tra i sistemi dei corrieri; Intergic, realtà che accompagna le aziende nel processo di selezione e adozione di strumenti per l’innovazione del business; Competitoor, azienda innovativa specializzata in monitoraggio prezzi e dynamic pricing.

A conclusione di giornata è stato consegnato il Premio 4eCom, riconoscimento ai migliori eCommerce italiani. Tra le 8 aziende premiate, Denghi vince il “Best of the Best”.
L’azienda salentina leader in Italia per la vendita di prodotti per l’arredamento del bagno, del giardino e di interni trionfa dunque a questa terza edizione.
Il CEO Alberto Paglialunga commenta: “La persona è al centro della nostra azienda. Siamo orgogliosi che anche in occasione di questa ricerca siamo stati premiati, tra i vari parametri, per il migliore servizio clienti, perché è a loro che dedichiamo la nostra massima attenzione”, aggiungendo inoltre: “Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati. Pertanto desidero dedicare questo ennesimo riconoscimento a tutto il nostro team che sta dimostrando all’Italia intera che si può eccellere anche al Sud, nel Salento, nonostante le difficoltà che, specie aziende del nostro settore, incontrano soprattutto in tema di trasporti e logistica”.

Per saperne di più sugli eventi e sul programma svoltosi, visita il sito di 4eCom.

Magnum Principe

Novità per Principe di Corleone Astuccio e rinnovo etichetta

Vi presentiamo la nuova etichetta della cantina Principe di Corleone, realizzata per la bottiglia da 1.5 litri, che ne conferma il prestigio e ne fa rivivere la tradizione. Per l’occasione particolare, vi introduciamo una novità: un astuccio sobrio ed elegante che accompagna perfettamente la bottiglia e ne richiama le origini grazie al logo, protagonista e richiamo sul fondo nero. Contenuto e contenitore si fondono armoniosamente, esprimendone appieno la qualità e l’eccellenza.

Farine e Legumi

Presentazione linea legumi e farine Terre di Entella

Oltre alla pasta, Terre di Entella è specializzata nella coltivazione e vendita di legumi come lenticchie e ceci, e utilizza il grano coltivato anche per la produzione di svariate farine biologiche. Anche in questo caso abbiamo deciso di accentuare l’aspetto naturale e genuino dei prodotti lasciandoli intravedere attraverso una busta trasparente, così da valorizzarli e rafforzando il concetto di fiducia che l’azienda vuole trasmettere al consumatore.

Scopri di più su www.terredientella.it

Pasta

Nuova collaborazione Terre di Entella Presentazione linea pasta

Con una nuova collaborazione tutta “bio”, vi presentiamo Terre di Entella. Questa azienda agricola basa la sua produzione sui concetti di salute e genuinità, attraverso una lavorazione totalmente biologica e controlli scrupolosi delle materie prime. Abbiamo ripreso questo stretto rapporto con la natura nel logo, che ne rispecchia il legame con il territorio e la tradizione. La loro pasta è trafilata al bronzo e viene lasciata essiccare lentamente, così che ne venga esaltata la genuinità, il sapore e il colore. Proprio per questo abbiamo deciso di valorizzare il prodotto lasciandolo intravedere nella sua confezione, applicando il cavallotto su di una busta trasparente.

Terre di Entella non si occupa solo di Pasta…

Scopri di più sulle linee farine e legumi! 

albo-doro

12° Premio Agorà vinto dalla nostra agenzia

E sono 12!

Sabato 29 Giugno, nella splendida cornice del Teatro Comunale Salvatore Cicero di Cefalù, Excalibur Adv ha aggiunto al proprio florido palmarès il suo dodicesimo Premio Agorà, questa volta nella categoria Migliore Immagine Coordinata per la Cantina Le Terre del Gattopardo.
Il progetto, già vincitore a Londra del Premio Italian Design Exhibition Area organizzato da Dyade, ha riscosso un successo unanime fra i giurati per la forte caratterizzazione del brand che trasmette tutta la creatività, la tradizione e la corposità che rende il “Made in Sicily” famoso nel mondo.

Ridente

Tornano alla ribalta i bianchi della linea Ridente di Principe di Corleone

Tornano alla ribalta i bianchi della linea Ridente di Principe Di Corleone, attraverso un nuovo look e l’inserimento di vini innovativi.
Una riqualificazione culturale per il commercio del vino di qualità che punta a conquistare nuovi consumatori, rendendoli più consapevoli dei valori d’eccellenza e quindi più soddisfatti

san loè

Principe di Corleone punta al marketing del territorio con il nuovo San Loè Metodo Classico Brut

Una storia che parla di un prodotto e del gusto di un pubblico che sta diventando più ricettivo che mai, ma la differenza, quando si parla di vitigni autoctoni, la fa il “sapore del territorio”, unico al mondo.

Siamo nel cuore della Sicilia, terra che grazie alle condizioni meteo peculiari di cui gode durante tutto l’anno, regala alle proprie uve caratteristiche inconfondibili, che permettono la creazione di vini strutturati e spumanti freschi senza pari.
Fra i vitigni che elevano la bellezza e l’unicità dell’isola troviamo anche il Nerello Mascalese, vitigno autoctono storico, originario della piana di Mascali, da cui deriva il suo nome. Le pendici nord orientali dell’Etna godono di un clima unico rispetto al resto della Sicilia; la brezza del mare tocca il vulcano e ne mitiga le temperature, mentre i terreni, frutto del susseguirsi di eruzioni, presentano una forte componente minerale.

San Loè Metodo Classico Brut, l’intuizione dell’azienda Principe di Corleone, nasce proprio da questo vitigno dalle caratteristiche generose che il territorio così vocato alla produzione gli dona. Il nome evoca la località, per l’appunto la contrada di “San Loè” (San Lorenzo), a pochi chilometri da Palermo, delimitata da presenze naturalistiche quali la Riserva della Ficuzza e Rocca Busambra.

Vincenzo Pollara, il titolare dell’azienda, ci ha raccontato la storia che lo ha portato a creare un prodotto, che possa penetrare i mercati, ma sempre portando alto il valore della Sicilia, un vino che attraverso l’assaggio porti al naso e alla bocca l’essenza della sicilianità, creando immagini suggestive per chi è nuovo alla sua degustazione, e ricordi preziosi a chi ha vissuto il territorio siciliano nei suoi sapori e nelle sue tradizioni.

Emozionato e orgoglioso del proprio lavoro, ci ha portato con sé in un viaggio a ritroso nel tempo, fino a 50 anni fa, quando già accompagnava il nonno tra i filari a raccogliere le uve. Vincenzo, allora giovane enologo con la voglia di sperimentare, si è lasciato travolgere da un’intuizione, ovvero quella di provare a cambiare la storica produzione delle uve di mascalese per poi scoprire che si prestavano benissimo alla spumantizzazione.
San Loè Metodo Classico Brut nasce da uve raccolte in cassetta, pigiate e lavorate con mosto bianco. Il risultato viene poi imbottigliato con tutti i lieviti e lasciato fermentare in bottiglia ad una temperatura controllata di 15 gradi. Un vino maturo, con un perlage delicato, fine e continuo.

Un riscontro positivo, che si percepisce nei mercati in cui Principe di Corleone esporta, in particolare Germania e Stati Uniti che si sono dimostrati colpiti dalla limpidezza e la gradevolezza di un vino proveniente da uve genericamente dedicate alla produzione di rossi importanti.

“Il consumatore, nella maggior parte dei mercati, è ancora in fase di educazione. Apprezza il vino e l’esperienza di degustazione è sempre positiva, ma ottenere la piena memorabilità è il compito più difficile” afferma Vincenzo Pollara.
“Al contrario del mercato italiano, già pronto e sul quale lavoriamo costantemente organizzando eventi, degustazioni e momenti di incontro con i consumatori, i nostri prodotti all’estero penetrano sul mercato sfidando più ostacoli. Una sfida che, sicuramente, ci accomuna a molte aziende del territorio italiano, che soffrono di una mancata comunicazione efficace delle denominazioni e delle regioni vocate. Ciò che necessitiamo tutti, è un marketing del territorio, promosso dalle istituzioni, dai consorzi, che formi i consumatori sui territori italiani in maniera unificata, evitando la poco proficua promozione di ogni singola realtà.” Continua.

“La concorrenza c’è, ad esempio Cile e Australia fanno il loro ingresso sui mercati con prodotti dai prezzi molto competitivi, ma il valore aggiunto è con noi, ce l’abbiamo sotto gli occhi e sotto i piedi, è il nostro territorio, un elemento che nessun altro Paese può vantare e per la cui promozione credo dovremo continuare a lottare. Le speranze e le aspettative però ci sono, e sono buone” conclude Vincenzo Pollara.

 

Articolo a cura di Noemi Mengo per Winemeridian.com – Link

Ridente Principe

Nuova gamma di prodotti “Ridente” per Principe di Corleone

La Cantina Principe di Corleone lancia sul mercato una nuova gamma di prodotti ideata per un consumatore che ricerca l’innovazione attraverso i valori della tradizione e della genuinità. Il canale prescelto è l’Ho.Re.Ca. e si è studiato quindi un nuovo pack da adattare ad una particolare bottiglia stile “borgognotta”.

Il team creativo ha studiato un’etichetta che riprende i tratti della mediterraneità insiti nella cultura della Sicilia, con una chiara indicazione del forte legame con il territorio d’origine.

“Puntiamo con grande interesse al canale Ho.Re.Ca. afferma Leoluca Pollara, Sales and Marketing Manager della cantina, e con Il nuovo packaging abbiamo voluto trasmettere i valori della tradizione e della genuinità con concetti innovativi per offrire ai nostri estimatori vini di qualità, di uso quotidiano”.

Contattaci

I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori.

logo

Copyright 2018 Excalibur by Giacomo Ferrito©

P.Iva 06715390826